• en
  • de
  • it

Una “Miniera” di storie e racconti: mare e miniere

Visitare le miniere sarde è un’esperienza unica, attraverso la quale potrai ammirare uno dei più rilevanti esempi di archeologia industriale in Sardegna

Durata

7 – 8 ore

Difficoltà

Bassa (qualche difficoltà in alcuni punti per le persone con disabilità motorie)

Caratteristiche

Un tour pensato per conoscere una parte importante della storia della Sardegna e dei suoi protagonisti, i minatori, concedendoci poi una pausa nelle favolose spiagge di sabbia bianca

Richiedi informazioni

Le miniere sarde hanno costituito per molto tempo buona parte della ricchezza della Sardegna e lo stesso paesaggio dell’isola è stato influenzato attraverso i secoli dalla nascita e dallo sviluppo delle miniere, dalla loro attività e dai villaggi dei minatori, sorti a pochi passi dai giacimenti.

E’ nel 1800 che l’attività mineraria conosce la sua età d’oro: la fama delle miniere all’aperto sarde si diffonde e da tutta Europa iniziano ad affluire migranti in cerca di fortuna.

Chilometri di gallerie, villaggi degli operai, cunicoli, cave carsiche, falesie a picco sul mare: l’archeologia industriale non è solo paesaggi spettrali e disabitati, ma anche testimonianza della vita passata e dell’impronta umana lasciata da migliaia di minatori che in queste miniere hanno vissuto buona parte della loro vita.

Tra le tante miniere abbiamo scelto di portarti a esplorare quelle più impressionanti e ricche di storia, ad Arbus e nel Sulcis-Iglesiente, dove è stato creato il primo Parco Geominerario D’Europa.

Con i suoi 3500 chilometri, Il Parco Geominerario è uno dei più grandi d’Italia e dal 2007 fa parte della rete internazionale Geoparks dell’Unesco.

Dopo la visita alle miniere è inoltre possibile trascorrere qualche ora in una delle bellissime spiagge della costa sud-occidentale dell’isola che sceglieremo a seconda del vento del giorno.

Richiedi informazioni!